domenica 2 luglio 2017

Recensione | Noi siamo tutto - Nicola Yoon

Buon pomeriggio lettori, oggi vi voglio parlare della mia ultima lettura di Giugno, ovvero Noi siamo tutto, libro di esordio di Nicola Yoon, un romanzo che mi è piaciuto molto e che alla fine mi ha sorpresa. Uno young adult che non dovrebbe mancare nelle vostre librerie.


Titolo: Noi siamo tutto
Autore: Nicola Yoon
Editore:  Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione:  16 Maggio 2017
Prezzo: 17,90€
Pagine: 305

Trama: 
Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l'ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d'aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede... lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto. 
La mia recensione:

Secondo la teoria del caos, un minimo cambiamento nelle condizioni iniziali può condurre a dei risultati estremamente imprevedibili. Una farfalla che sbatte le ali in questo momento può scatenare un uragano nel futuro.
Madeline Whittier non sa cosa significhi vivere veramente, perché da diciassette anni combatte contro il mondo per rimanere in vita, in quanto è affetta da SCID, la sindrome da immunodeficienza combinata grave, conosciuta come "sindrome del bambino della bolla". Questa malattia costringe la giovane Madeline a vivere a casa, senza poter uscire e senza aver contatti con altre persone al di fuori di Carla, la sua infermiera e di sua madre. 

Madeline occupa le sue giornate studiando, leggendo e passando le serate a tema in compagnia della madre, ritenendosi fortunata nonostante tutto. Ma questo inizia a cambiare il giorno in cui nella casa a fianco alla sua, si trasferisce una famiglia con due figli. Da quel momento Madeline, incuriosita inizia a controllarli e si scopre interessata a quel ragazzo misterioso che ogni giorno sparisce per diverse ore sul tetto. Piano piano si avvicinerà al ragazzo, e Madeline scoprirà dentro di sé una voglia di vivere il mondo che non sapeva di avere. 

Oceano <o – cè – a – no > s.m. 1. Quella sconfinata parte di noi stessi che non abbiamo mai saputo, ma che abbiamo sempre sospettato, di avere. [2015, Whittier] 

La teoria del caos, il fato, la fortuna o come si preferisce definirla, cambierà completamente Madeline e la sua vita, ma lei sarà pronta al cambiamento? 
Ed è vero ciò che le ha detto Carla?
Che l'amore non la ucciderà? 

E non vedo solo Olly, ma continuo anche a immaginare il mio corpo che fluttua sopra la Terra. Dai confini dello spazio abbraccio con lo sguardo il mondo intero e i miei occhi non sono costretti a fermarsi davanti a un muro o a una porta. Vedo l'inizio e la fine del tempo. Dal mio punto d'osservazione vedo l'infinito. Per la prima volta dopo tanto, quello che ho non mi basta più.
Noi siamo tutto è un romanzo scorrevole e molto veloce che tiene incollato il lettore dall'inizio alla fine.
Una dolce storia d'amore e la voglia di vivere sono gli elementi cardini di questa storia.
Inevitabilmente mi sono innamorata della storia e del suo messaggio: la bellezza del mondo e della vita, il sacrificare la propria vita a costo di vivere un giorno solo e la potenza dell'amore. 

Noi siamo tutto parla di amore in svariate forme, dall'amore puro a quello più cupo e malato, e Nicola Yoon è una scrittrice straordinaria che con una storia seppur semplice, inizialmente, è riuscita a trasmettere un messaggio importante. 

Secondo la logica di Olly, non possiamo prevedere il futuro. E a quanto pare neanche il passato. Il tempo si muove in entrambe le direzioni – avanti e indietro – e ciò che accade qui e ora modifica sia il futuro sia il passato. 

Ammetto di aver pensato - e creduto - per gran parte del romanzo, che assomigliasse a Colpa delle stelle di John Green, quindi ero già munita di fazzoletti e preparata alle lacrime, ma niente di tutto ciò è accaduto, o meglio alla fine qualche lacrimuccia mi è scesa ma per la gioia. Il finale, seppur sospettassi qualcosa, mi ha stupito e la stima verso la scrittrice è aumentata a dismisura.
Grazie Nicola per non avermi spezzato il cuore!

Olly e Madeline sono stati di una dolcezza infinita e mi sono piaciuti tantissimo assieme.
Il personaggio di Olly non è il solito bel cavaliere dalla lucente armatura, ma è un ragazzo che affronta una situazione difficile in casa e che cerca in tutti i modi di proteggere le persone che ama, mettendole al primo posto.
Madeline, invece è una protagonista che nonostante le sue condizioni riesce a reagire ad ogni situazione andando avanti per la sua strada ed è impossibile non entrare in sintonia con lei. 
Lo sento fare un respiro profondo. «Razionalmente so di essermi già innamorato in passato, eppure è come se non fosse mai successo. Essere innamorato di te è meglio della prima volta. È come se fosse allo stesso tempo la prima, l'ultima e l'unica volta.»

Sono contenta di aver letto questo libro che secondo me si merita una valutazione davvero alta: 


Il mondo è strutturato e caotico.
Bellissimo e strano. 

Compralo cliccando sulla cover



Nessun commento:

Posta un commento