mercoledì 22 agosto 2018

Recensione | Real love - Erin Watt

Amanti degli young adult dolci, divertenti e coinvolgenti: il libro di cui sto per parlarvi probabilmente fa al caso vostro! 
Oramai nel bene o nel male conosciamo più o meno tutti le due scrittrici che si firmano con lo pseudonimo di Erin Watt; e il Giugno scorso la casa editrice Sperling & Kupfer ha deciso di portare in Italia anche i loro due ultimi romanzi, entrambi volumi autoconclusivi. Oggi in particolare vorrei concentrarmi su Real love (When it's real, in lingua originale) e dirvi la mia opinione in merito a questa lettura.

Titolo: Real love
Autore: Erin Watt
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 19 Giugno 2018
Prezzo: 17,90 €
Pagine: 348


Trama:
Oakley Ford è famoso, attraente, con una reputazione da bad boy e una vita sopra le righe. La sua fama di bello e dannato, però, sta pericolosamente vanificando i successi raggiunti. E se non vuole essere una meteora, Oakley deve cambiare registro. Adesso. Dire addio a feste, ragazze e amicizie sbagliate una volta per tutte e mettere la testa a posto, trovandosi una relazione - normale - con una ragazza normale, anche a costo di pagarla una cifra da capogiro. Dopo un'attenta analisi, la scelta ricade su Vaughn Bennett, la quintessenza della brava ragazza: bellezza acqua e sapone, un diploma conquistato in anticipo e un lavoro part-time come cameriera per aiutare economicamente la famiglia. Per Vaughn la proposta è semplicemente folle: una montagna di soldi per fingersi la fidanzata di qualcuno? Ma un'occasione come questa non capita tutti i giorni e lei non può negare che quei soldi le farebbero davvero comodo. Le permetterebbero di pagare il college ai fratelli, estinguere i mutui e, sì, semplificarsi la vita. Così finisce per accettare. In un mondo pieno di filtri e finzione, per nessuno dei due sarà facile distinguere ciò che è vero, reale, da ciò che non lo è, ma i brividi di un bacio non mentono mai.


La mia recensione:

Come avrete già capito leggendo la trama, Real love non si presenta come un romanzo dalle troppe pretese, infatti è un libro leggero e la lettura risulta piacevole dall'inizio alla fine e personalmente, Real love è uno dei miei libri preferiti delle due autrici.


Dovete sapere che ho un debole per i cliché, – se non si era capito – e la protagonista, Vaughn incarna alla perfezione la ragazza della porta accanto, una ragazza semplice che è molto legata alla sua famiglia, ed è una bellezza acqua e sapone. Mentre il nostro bad boy, Oakley è la star poco più che maggiorenne, oramai in declino, che cerca il suo stile musicale personale oltre ad una riabilitazione della propria immagine personale.

Grazie ai due personaggi principali, per me è stato inevitabile non pensare immediatamente ad un film della Disney che ho guardato decine di volte (come minimo) durante i miei quattordici anni. Insomma tutto ciò mi ha riportato alla memoria Starstruck e per me è stato subito “2010, Hollywood, occhiali da sole e musica targata Disney Channel”. E sì, mi ricordo ancora tutta la colonna sonora di quel film.
Ed è proprio per questo motivo che, l'adolescente in cerca di romanticismo che è in me si è fatta sentire nuovamente.


Della storia non voglio svelarvi molto perché vi rovinerei la lettura, ma vi basta sapere che la nostra Vaughn, rimasta orfana dei genitori, si ritrova ad accettare un lavoro che di sicuro ha del singolare; infatti le verrà proposto di fingere per un anno di essere la fidanzata del famosissimo Oakley Ford, un cantante, figlio d'arte, che nei suoi primi anni di carriera aveva avuto molti riconoscimenti, ma che col tempo tutto il suo talento è rimasto oscurato dalla brutta reputazione che lo precede.
Il manager di Oakley ha un piano infallibile per riabilitare l'immagine del suo cliente, e quando si imbatte in una foto di Vaughn capisce subito che lei è la ragazza che fa al caso loro.

Vaughn imparerà a conoscere un ragazzo che ha sempre e solo visto come il cantante che le piaceva durante la sua adolescenza, e scoprirà che dietro a tutti i gossip e articoli scandalistici la verità è ben altra, ma a quel punto finzione e realtà saranno difficili da distinguere anche per lei.
Non importa quel che scriveranno i tabloid domani, non importano le migliaia di tweet crudeli che mi accusano di non essere abbastanza bella, abbastanza sveglia, abbastanza talentuosa per Oakley Ford… Il suo sorriso riduce tutto quanto in cenere.
Chiudendo un occhio, e anche l'altro per i nomi davvero ricercati e impronunciabili, – vi sfido a dirmi come si pronuncia veramente il nome Vaughn, perché nella mia testa il suono non è per niente carino – i personaggi li ho trovati davvero ben caratterizzati.
Vaughn come vi dicevo prima è orfana, e la sua insicurezza e la paura di prendere una decisione sul suo futuro è proprio dovuta a questo motivo. Nonostante la ragazza si sia diplomata un anno prima dei suoi compagni di scuola, non ha mai capito cosa volesse fare veramente nella vita e più volte si sentirà confusa e spaesata.
«I miei genitori vivevano solo nel presente. Io invece vorrei avere un piano, un futuro. Mi hai detto di non accontentarmi e di capire quale sia la mia passione, ma io ancora non l’ho individuata. So soltanto cosa non voglio fare.»
«È un buon punto di partenza.»

Oakley, che invece mi ha ricordato un po' Easton Royal, ovviamente senza il pacchetto famiglia allargata (la malinconia verso la saga The Royals si fa sentire ogni tanto), infatti è un ragazzo solitario, che nonostante le amicizie e la fama si ritrova puntualmente solo. Anche il rapporto con i suoi genitori, oramai deteriorato dalla lontananza e dalla mancanza di comunicazione, non fa che alimentare le scelte immature prese dal ragazzo. Ma per una volta, le scrittrici hanno deciso di donarci il primo personaggio maschile - da loro creato - senza manie tipiche del maschio "alfa" della situazione, che risolve tutti i problemi con i pugni, ed ho apprezzato tantissimo questo aspetto del personaggio di Oakley, che è più riflessivo e dolce, anche se molte volte nasconde la sua personalità con la sfacciataggine e il sarcasmo.
Non ci sono macchine fotografiche qui, non c’è niente di finto in questo istante. Non potrebbe essere più reale, tremendo e fantastico di così. La terrei tra le mie braccia per sempre se me lo permettesse. 

Ho aspettato diversi mesi per leggere questo libro e le mie aspettative sono state tutte ben riposte; non mi stancherò mai di dirvi che ogni romanzo di Erin Watt è una garanzia per me e anche Real love è stato promosso a pieni voti!
«A volte capita di incontrare delle ragazze che sconvolgono la tua natura e bruciano tutto ciò che non va in te finché non diventi un uomo migliore. Lei è una di quelle»«Come fai a saperlo?» lo sfido. King mi fa un sorriso carico di mistero. «Lo sai e basta.»

La mia valutazione: 


Compralo cliccando sulla cover


Nessun commento:

Posta un commento