mercoledì 8 agosto 2018

Recensione | Moonlight - Cristina Chiperi


Moonlight è l'ultimo romanzo di Cristina Chiperi, uscito poco più di due mesi fa in tutte le librerie e io non ho potuto fare a meno di leggerlo in previsione di parlarvene successivamente qui sul blog. Prima di tutto ci terrei a ringraziare la casa editrice Garzanti che mi ha dato la possibilità di leggere questo libro per cui ho aspettato quasi un anno!

Titolo: Moonlight
Autore: Cristina Chiperi
Editore: Garzanti
Data di pubblicazione: 7 Giugno 2018
Prezzo: 16,90 €
Pagine: 256


Trama:
Daisy ha imparato che fidarsi nuovamente di qualcuno è possibile, anche se difficile. È stato Ethan a insegnarglielo. È stato Ethan a ritrovare la strada verso il suo cuore, ricordandole che sono destinati a stare insieme come due stelle binarie che attraversano una accanto all’altra il firmamento infinito. Ma quello che i due ragazzi non sanno è che il passato che li aveva divisi ha ancora molto da raccontare. E c’è una persona che vuole fare di tutto perché quello che è successo anni prima non sia dimenticato: Tommy, amico d’infanzia di Daisy, che si iscrive alla sua stessa facoltà e inizia a frequentare i suoi amici, come se nulla fosse. Tommy, che piano piano insinua in lei il dubbio di aver sbagliato concedendo a Ethan una seconda possibilità. Perché ci sono troppe domande che non hanno una risposta. E cercarla, per Daisy, vorrebbe dire soffrire di nuovo e soprattutto allontanarsi da Ethan, dalle sue braccia che ora la stringono forte, fortissimo. Ma non c’è felicità, se sepolta da mille segreti. Non c’è amore, se offuscato da mille incertezze. Daisy si trova davanti a un bivio e questa volta non possono aiutarla né i suoi amati filosofi, né il cielo stellato che Ethan le ha insegnato a interpretare. C’è lei, da sola, con il coraggio e la voglia di crederci ancora. Il sogno d’amore nato nella casetta sull’albero dove si rifugiavano da bambini non può spezzarsi così facilmente. Non può essere un’illusione. Bisogna lottare per salvarlo, nonostante tutto.

La mia recensione:

Se mi seguite da diverso tempo saprete che prima di questa duologia, – composta rispettivamente da Starlight (QUI la mia recensione) e Moonlight – non avevo letto nessuna opera di Cristina, ma per puro caso quando mi sono imbattuta in un video su youtube dove ne parlavano sono rimasta piacevolmente coinvolta dalla trama. Cristina Chiperi ha deciso di fare della filosofia e dell'astronomia i punti di partenza di questi suoi due romanzi, attraverso i protagonisti principali: Daisy, una ragazza realistica, amante della filosofia e sempre alla ricerca di un motivo dietro alle domande della vita; ed Ethan, un ragazzo con il viso rivolto sempre al cielo, che fin da piccolo ha amato l'astronomia. Ethan e Daisy, che erano amici di infanzia dopo essersi allontanati per cinque anni, si rincontreranno all'università e la loro amicizia inizierà a prendere una piega inaspettata, portando alla luce il passato doloroso della ragazza.
In Moonlight un'altra figura del passato torna nel presente dei protagonisti, ovvero Tommy, il loro migliore amico, ma sembra che quando Daisy, anni prima si era trasferita in un'altra città, molte cose fossero cambiate nel rapporto tra i suoi due amici che ora si comportano come se si odiassero.
Il passato famigliare di Daisy continua a tormentare la ragazza come non mai e lei deciderà di farsi coraggio per mettere una volta per tutte assieme i pezzi del puzzle che è stata la sua adolescenza.


Non mancheranno di certo momenti spensierati, il romanticismo tipico di Ethan, le colazioni del Mercoledì mattina a casa di Ale, le liste assurde di Noemi, le serate passate al lavoro, le ore di lezione all'università o i momenti difficili da superare.
Chi ero? Non sapevo definirmi. Fino a quel momento non avevo permesso alle persone di conoscermi e non l'avevo permesso nemmeno a me stessa, per paura di scavare troppo a fondo e scoprire i miei lati più bui.
La storia tra Ethan e Daisy in questo secondo romanzo è più volte messa in difficoltà dai vari fattori esterni (vedi Tommy), ma anche soprattutto dall'intromissione di Sara, una amica di Ethan, che cercherà in ogni modo di rovinare il rapporto che i due hanno ricostruito con tanta fatica ed a distanza di anni. Ma Daisy ed Ethan sono come due stelle binarie e non importa quanto si allontanano una dall'altro, perché loro troveranno sempre il modo di superare assieme i problemi e sostenersi a vicenda, uscendone più forti di prima e ritrovandosi sempre.
«Ho cercato in tutti i modi di riaverti e ora nessuno può mettersi tra di noi.»
«Non lo permetterei mai
», sussurrai e, allontanandomi da lui, afferrai il ciondolo con le due stelle intrecciate che portavo al collo. «Quando la notte indossa le stelle, pensa a me. Te lo ricordi?»
Quello che mi è piaciuto molto anche di questo romanzo è che l'autrice ha sempre trasmesso quel senso di normalità e realismo alla storia, senza esagerare con i colpi di scena (anche se devo ammettere che uno l'ho trovato un pochino da telenovela) e gestendo in maniera perfetta sia filosofia che astronomia nel contesto narrativo. Devo anche ammettere che Ethan per me avrà sempre un certo fascino, dato che già nel primo libro mi aveva conquistata con la sua dolcezza e il suo modo di vedere il mondo ed in Moonlight ho avuto l'ulteriore conferma.
«Lo hai visto anche tu, quanto il nostro sentimento sia forte, quanto siamo legati e quanto ci amiamo. Noi siamo due stelle binarie, Daisy. Due stelle destinate a ruotare per sempre insieme, fino alla fine. Non esiste alcuna forza esterna in grado di separarci: non dare al passato l potere di spezzare il nostro legame.»
Sinceramente ho preferito maggiormente Starlight, perché nonostante leggendo Moonlight ho ritrovato personaggi a cui mi ero affezionata e che oramai conoscevo benissimo, la storia a volte mi ha annoiata e personalmente certe situazioni le avrei gestite in maniera differente, ma il problema principale, - che ovviamente è solo un mio problema – è che non ho mai sopportato molto Daisy, quindi dato che in questo libro l'introspettività del suo carattere era maggiormente accentuata e sviluppata ho faticato molto a continuare la lettura.
Ero in ansia e spaventata. Sapevo già che risolvere i dubbi del passato significava affrontare anche momenti difficili, ma ero disposta a farlo solo per andare avanti e scrivere fine su un capitolo negativo della mia vita.
Nel complesso ho apprezzato la lettura e penso che Moonlight abbia un finale perfetto per la storia di Daisy ed Ethan, e vi sentirete soddisfatti, come lo è stato per me, nel momento in cui riceverete tutte le risposte alle lacune del passato della protagonista.

La mia valutazione:


Compralo cliccando sulla cover

Nessun commento:

Posta un commento