martedì 29 maggio 2018

Blog tour | Grimace - Chiara Orlando



Buongiorno readers!
Sono lieta di ospitare qui sul blog la quarta tappa del blog tour del romanzo urban fantasy di Chiara Orlando, Grimace, primo volume della serie The Crow series. In questa tappa potrete leggere la mia recensione assolutamente positiva, ma prima di iniziare vi invito a fare un salto anche negli altri blog che hanno partecipato al blog tour e recuperare le loro tappe, se non lo avete ancora fatto: Franci lettrice sognatrice, Sognando tra le righe, Buona lettura e non perdetevi l'ultima tappa da Hook a book.

Titolo: Grimace
Autore: Chiara Orlando
Editore: Genesis Publishing
Data di pubblicazione: 3 Aprile 2018
Prezzo: 10,60 € | 3,99 €
Pagine: 218

Trama:
Blair Sharp è una giovane donna disoccupata dal carattere difficile. Pigra, immatura e annoiata dalla vita, non ha grandi ambizioni lavorative nonostante la sua migliore amica, Tess – modella e attrice di successo con uno stuolo di favolosi ammiratori –, cerchi sempre di spronarla e aiutarla come può.
Proprio per agevolare la sua ricerca di lavoro, le fa fare un provino per il ruolo di comparsa nel telefilm in cui recita.
Quello che sarebbe dovuto essere il giorno del cambiamento, dà invece inizio a una serie di pericolose situazioni. Blair verrà presto catapultata in una realtà inquietante popolata da creature fiabesche e oscure. Dovrà vedersela con un fastidioso coinquilino “spettrale”, un potente Principe dei Vampiri intenzionato a completare la propria anima, un lupo mannaro dal cuore infranto e, probabilmente, anche con la Morte stessa.

La mia recensione:

Iniziando le lettura di Grimace, non si può fare a meno di accorgersi fin da subito del carattere singolare della protagonista. Blair Sharp è una donna sarcastica, pigra e il più delle volte ha una sua personalissima opinione su tutto, anche sulla migliore amica Tess, che è l'esatto opposto di lei, in quanto attrice di successo dal carattere frivolo e solare, che nonostante il pessimo gusto in fatto di uomini ha sempre una fila di ammiratori infinita. Quando Tess riesce a ottenere un provino per Blair nel telefilm in cui lavora, quest'ultima inizia a sperare in un cambiamento nella sua vita; peccato che quel giorno diventa solo l'inizio di un incubo dal quale è difficile svegliarsi.

Quel pomeriggio stesso, oltre a non aver ottenuto il ruolo a cui aspirava, – nonostante tutta quella strana positività provata nelle ore precedenti – Blair rimane coinvolta in un incidente e ore dopo si risveglia incolume nel letto della sua camera e ai piedi del letto intravede una figura dalle forme confuse che le sta parlando, ma la situazione è talmente surreale che la ragazza cerca di giustificarla come shock post traumatico dovuto a causa dell'incidente.
Un suono stridente penetrò ai margini del suo udito. Poi un boato e qualcosa di pesante che le si scaricava addosso. Un momento di vertigine e il mondo che vorticava, i colori delle cose attorno a lei che si mischiavano. E il cemento grigio della strada che si faceva sempre più vicino.Non può essere” riuscì a formulare dentro di sé. Fedele a se stessa, sarebbe morta infuriata.

Da quel momento nella vita di Blair nulla è più come prima. Dall'arrivo in città del ricco Sebastian Denever, che non si rivela essere altro che il Principe dei Vampiri, ricco e potente che cerca di colmare la metà della sua anima, maledetta nei secoli passati all'eterna ricerca della parte mancante della sua anima; al nuovo lavoro di Blair alla Esperit, che sembrerebbe essere una rivista che si occupa di liquori, ma che è solamente una facciata per mascherare qualcosa di oscuro e singolare.
«Siamo davvero capaci di amare o siamo solamente mossi dalla lussuria e dalla voglia di sangue?»
«Se non ti conoscessi, crederei quasi alla tua sincerità nel cercare di scoprirlo» ribatté la donna.
Le labbra del vampiro si stirarono in una smorfia di perverso piacere. «Hai ragione, non mi importa»
Non mancheranno di certo altri esseri sovrannaturali nella vita di Blair, dall'ironico poltergeist che convive con la ragazza, all'antico ordine cavalleresco del Grau Verteidiger, di origine Nord Europea, che si occupa di sterminare gli esseri sovrannaturali come i vampiri. Ma la curiosità – e non solo – di Blair sarà rivolta tutta verso il suo nuovo capo alla Esperit, un uomo distaccato ma interessate allo stesso tempo, che potrebbe o non potrebbe essere coinvolto molto da vicino con il mondo del sovrannaturale.

Quando lo stesso Principe dei Vampiri in persona si interessa a Tess, l'unica cosa che può fare Blair è combattere per salvare la sua amica, ignara della pericolosità dell'ennesimo uomo che ha fatto entrare nella sua vita, e ciò porterà la giovane Sharp a delle scoperte ancora più inquietanti e sinistre su se stessa e sul suo passato.
È strano come, quando accade qualcosa di devastante, il mondo continui ad andare avanti per la sua strada. Il sole splende in cielo, il tempo rimane mite e le persone continuano a fare quelle stesse cose che hanno sempre fatto. E anche chi soffre si consola e si distrae in quella luce esterna che però non raggiunge il cuore. Ma quando scende il buio è tutto diverso. Le sensazioni negative si amplificano.

Questo primo volume della The Crow series mi ha entusiasmata tantissimo, tanto ché ho amato totalmente il libro. Anni fa leggevo molti libri di genere urban fantasy, anzi forse era l'unico genere che leggevo, ma col tempo mi sono stancata perché non trovavo più nulla che riuscisse a coinvolgermi, fino al momento in cui ho iniziato a leggere questo romanzo.

Blair è un personaggio che ho adorato e con cui sono entrata maggiormente in sintonia, sarà stato per la sua drammaticità innata, il sarcasmo e per non parlare della sua finezza tipica di uno scaricatore di porto, ma mi è stato quasi impossibile non ridere la maggior parte delle volte in cui leggevo i suoi pensieri. Inoltre negli ultimi capitoli il lato deciso e combattivo di Blair, mi ha ricordato un po' Anita Blake della saga di Laurell K. Hamilton, un personaggio che mi è sempre piaciuto particolarmente.
Un altro personaggio che vi entrerà sicuramente nel cuore è il dolce e simpatico Scott, che è impossibile non amare.

La narrazione è molto coinvolgente e il romanzo si legge in poche ore, perché è molto fluido e la scrittura è piacevole, e la storia più prosegue più diventa interessante, soprattutto negli ultimi capitoli. A fine lettura vi troverete ad esclamare come me “Ho assolutamente bisogno di altre risposte, non può finire così. Datemi almeno un altro capitolo!”

Senza dubbio Grimace è uno di quei romanzi che vi consiglio di dare una possibilità.
Ora non mi resta che aspettare il seguito!
Come osava, quella femmina di razza inferiore? Come si permetteva di ostacolare lui, il Principe dei Vampiri?

La mia valutazione:

Compralo cliccando sulla cover


Il calendario con tutte le tappe del blog tour 


Ringrazio ancora Chiara per aver scelto il mio blog per ospitare una tappa del blog tour e per avermi fatto conoscere la storia di Blair. Spero che la mia recensione vi abbia incuriositi almeno un po'!



2 commenti:

  1. Grazie per la bellissima recensione, sono contentissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati Chiara! Sai già quanto ho adorato il tuo romanzo ed è stato un piacere scriverne la recensione ^-^

      Elimina