mercoledì 14 giugno 2017

Recensione | Illuminae - Amie Kaufman & Jay Kristoff

Cari readers,
come vi annunciavo stamattina nel www Wednesday questa sera leggerete una recensione piena d'amore, perché ho terminato Illuminae, libro di Kaufman e Kristoff, che è riuscito a stregarmi nella sua unicità e nella sua particolarità.
Illuminae fa parte di una trilogia distopica sci-fi e la sua particolarissima narrazione è in grado di coinvolgere  il lettore come non mai. 

Piccolo avviso:
nella recensione ci saranno delle foto di alcune pagine per farvi capire quanto siano spettacolari le illustrazioni. Cercherò anche di evitare spoiler, così da non rovinarvi il finale perché questo libro merita di essere letto.

Titolo: Illuminae [Illuminae file_01]
Autore: Amie Kaufman & Jay Kristoff
Editore:  Mondadori
Data di pubblicazione: 18 Ottobre 2016
Prezzo: 22,00€
Pagine:  599

Trama:
Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso. Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell'universo, si oscura all'improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d'assalto della... una potente corporation interstellare, dà inizio all'invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga. Alcuni giorni dopo, però, un mortale... mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l'intelligenza artificiale che dovrebbe... pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a... strettamente riservate, le è subito chiaro che l'unica persona che può aiutarla è anche l'unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.



La mia recensione: 


L'uomo muore in tutti coloro che tacciono di fronte alla tirannia.”
- Wole Soyinka

Gennaio 2575.
In una giornata apparentemente normale, dove i ragazzi seguono le lezioni a scuola e gli adulti lavorano, la vita di migliaia di abitanti di una piccola colonia del pianeta Kerenza IV, viene messa in pericolo da un attacco delle armate della corporation interstellare BeiTech. Tra gli abitanti troviamo anche Kady ed Ezra, due diciassettenni che si sono appena lasciati e che assieme cercano in tutti i modi di non farsi uccidere dai soldati dei nemici, ma a Kerenza regna il caos ci sono centinaia di morti per le strade e molti altri feriti.

In aiuto di Kerenza arrivano le navi spaziali della Wallace Ulyanov Consortium (WUC) con Hypatia, e Alexander e Copernicus, che invece appartengono alla United Terran Authority (UTA). La nave Alexander subisce diversi danni durante questo scontro ma ne esce vincitrice, sconfiggendo alcune navi della BeiTech tranne la Lincoln. Mentre la Alexander, Hypatia e Copernicus iniziano il loro lungo viaggio verso Heimdall, una delle stazioni di salto statico più vicine a loro nello spazio, e la Lincoln parte con il suo inseguimento della Alexander per non lasciare dei testimoni dietro al massacro di Kerenza.

Ma la BeiTech non si è limitata solo ad uccidere il maggior numero di civili, ha anche rilasciato nell'aria un potente virus, che causa una mutazione nelle persone, facendole impazzire. Gli eventi, se già tragici e difficili di per sé non fossero abbastanza, vi si aggiunge anche AIDAN, l'intelligenza artificiale che guida e controlla la nave Alexander, che inizia a non ascoltare i suoi superiori e a prendere decisioni tragiche e brutali da solo.

Kady ed Ezra, che sono stati separati e si ritrovano rispettivamente nella Hypatia e nella Alexander iniziano ad avvicinarsi più che mai grazie diversi messaggi che si mandano, facendosi coraggio l'un l'altro nell'affrontare degli eventi per nulla semplici da gestire.

E sarà Kady a capire fin da subito che nessuno racconta la verità, neanche una piccola parte; qualcosa di più grande si nasconde dietro agli eventi della strage di Kerenza, troppe morti l'hanno segnata e ora l'unica cosa che può fare per tenere al sicuro Ezra è scoprire la verità.

Prima di iniziare Illuminae, non avrei mai immaginato di innamorarmi follemente di questo romanzo fuori dall'ordinario. 
Illuminae è una di quelle storie piene di colpi di scena che ti catturano fin dall'inizio e ti trascinano in un universo futuristico.

Lo stile narrativo è creativo, innovativo e scorre molto velocemente nonostante le 599 pagine di romanzo, perché si alternano documenti riservati, chat, trascrizioni delle registrazioni audio, descrizioni di video sorveglianza e pensieri di AIDAN, insomma un vero proprio dossier.
Ed è proprio su questo personaggio che vorrei soffermarmi per primo; AIDAN, l'intelligenza artificiale che controlla la Alexander e da i brividi leggere i suoi pensieri, perché parliamo di una macchina, un non essere che però pensa come un essere iniziando dei porsi dei veri e propri paradossi sull'io e il non-io (ho adorato questa parte). AIDAN è un personaggio singolare, che mi è piaciuto tantissimo, nonostante l'inizio che ero alquanto terrorizzata dall'idea del potere di decisione della macchina.






“Non ci potrà mai essere nessuna macchina più affine dell'umanità alla meccanica dell'omicidio.”

Continuando a parlare dei personaggi, Kady ed Ezra sono davvero belli assieme, e mentre leggevo le loro chat mi chiedevo come avesse fatto Kady a lasciare Ezra, ma particolari... Insomma Kady hai bisogno della fine del mondo e di qualche guerra tra corporation interstellari per capirlo?





Kady è una ragazza intelligente da far paura (tranne quando decide di lasciare Ezra), un genio della tecnologia, determinata e testarda che nasconde la sua insicurezza e fragilità con il sarcasmo, mentre Ezra è simpatico, fa delle pessime battute, è romantico ed un buon amico. Non si può non simpatizzare fin da subito con questi due personaggi, temendo a volte (quasi sempre) per il loro destino.

In Illuminae è il sarcasmo a fare da padrone, mentre si leggono le varie chat e i colloqui scappa sempre un sorriso nonostante una situazione pesante come quella che stanno passando i protagonisti.
La narrazione è molto scorrevole grazie ai punti di vista multipli dati dai documenti, che descrivono perfettamente le scene a cui assistiamo, facendo immergere il lettore in una maniera esclusiva, estraniandolo dal mondo circostante ed informandolo su tutto ciò che accade contemporaneamente. 

Illuminae non costa certamente poco, il suo prezzo davvero alto, che fa desistere il lettore dall'acquisto, è dato dalla pazzia creativa di Amie Kaufman e di Jay Kristoff che hanno creato un vero gioiellino illustrato, che non può mancare nella nostra libreria.

 Ecco l'espressione che ho fatto guardando questa pagina.

Sono entusiasta di questa lettura, che molto probabilmente rimarrà la mia miglior lettura del 2017.

La mia valutazione:


Compralo cliccando sulla cover




2 commenti:

  1. E' una trilogia???? pensavo una duologia!!!
    Questo libro fa parte della TBR e lo inizierò stasera :-)
    Serena
    http://libriecreazioniamano.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è una trilogia, il secondo volume, Gemina, dovrebbe uscire entro fine anno anche in Italia, mentre l'ultimo, Obsidio è previsto per il 13 marzo 2018 in America.
      Quando lo finisci fammi sapere cosa ne pensi! ^-^

      Elimina